Concerti, Fidel Fourneyron, Francesco Diodati e Lontano del Roberto Ottaviano Trio



ArtCity 2019: all’interno della rassegna “Luci su Fortuna”

Sabato 27 luglio, a partire alle ore 21.00, doppio appuntamento della rassegna “Luci su Fortuna” nel Santuario della fortuna Primigenia a Palestrina, prima con il concerto di Fidel Fourneyron e Francesco Diodati, seguire Roberto Ottaviano Trio in concerto con “Lontano”.

I due spettacoli fanno parte di “Luci su Fortuna”, rassegna compresa nella terza edizione di “Artcity estate 2019”realizzato dal Polo Museale del Lazio, Istituto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali diretto da Edith Gabrielli, presso il museo archeologico nazionale e il Santuario della Fortuna Primigenia.

Ad aprire la serata è il concerto con Fidel Fourneyron e Francesco Diodati, rispettivamente al trombone e alla chitarra. In Francia, il giovane Fidel Fourneyron, è la nuova stella del trombone: solista molto ricercato dai musicisti più importanti (membro dell'ONJ di Olivier Benoit, nei gruppi di Marc Ducret o nella Big Band Umlaut) e creatore di diversi progetti importanti (Que vola, Un Poco loco trio, Animal trio…). Il suo nuovo incontro con Diodati (avevano entrambi partecipato alla residenza "franco-italiana" del festival nel 2016!), uno dei chitarristi italiani più interessanti del momento, membro fisso dell’Ensemble di Enrico Rava, è atteso come uno dei momenti clou del Festival. Una di quelle magie che solo un autentico incontro franco-italiano può produrre.

A seguire, Roberto Ottaviano al sassofono, Mauro Gargano al contrabbasso e Christophe Marguet alla batteria con il concerto di “Lontano”. Sul progetto, Ottaviano scrive: «Lontano è un momento intorno al quale ho raccolto figure, miti e diari di viaggio di nomadi per forza, per volontà e per caso, traducendoli in narrazione musicale. Parte di questo materiale affonda la sua essenza in un confronto con l’ispirazione delle etnìe, tuttavia il collante che tiene il tutto insieme è dato dalla possibilità dialogante e liberamente creativa che il Jazz e nella fattispecie la pratica dell’improvvisazione mi hanno donato e di cui faccio sempre tesoro. La distanza fisica, e spesso anche mentale, da ciò che si è lasciato alle spalle dopo una partenza, è il percorso introspettivo e musicale attraverso il quale vuole condurre.

Con il trio “Lontano”, proviamo a raccontare echi nostalgici di chi parte, viaggia, emigra, ed oggi, come nel passato, attraversa le nostre terre. Voci tormentate e infine i respiri calmi dopo le fatiche del viaggio, sussurrate. Le musiche vogliono essere ‘cariche dell’afflato di una terra forse abbandonata per sempre’, una terra che si percepisce già lontana. Non una riflessione sulla migrazione in se’, ma sulle memorie e le ricchezze lasciate forse per sempre».

Nel corso dei due mesi di programmazione della rassegna “Luci su Fortuna”, si alternano artisti di eccellenza, in un programma vario in grado di soddisfare ogni esigenza. Si prosegue, sabato 3 agosto, con “Music on the move for people without borders” del gruppo pioniere della contaminazione musicale Nuove Tribù Zulù e domenica 11 agosto con “Le voci del Teatro alla Scala” del progetto Italian Harmonists, un quintetto di voci maschili armonizzate accompagnate da un pianoforte.

ArtCity - Palestrina - Concerto “Fidel Fourneyron, Francesco Diodati” e “Lontano” del Roberto Ottaviano Trio.

ArtCity 2019: all’interno della rassegna “Luci su Fortuna”

Doppio appuntamento Sabato 27 luglio

Fidel Fourneyron e Francesco Diodati

A seguire

Roberto Ottaviano Trio in “Lontano”

Tutti gli altri appuntamenti possono essere consiltati sul sito:

info

Informazione e modalità di accesso:

Santuario della Fortuna Primigenia

Nelle serate di spettacolo, la visita al santuario è consentita fino alle ore 20,45; il Museo è visitabile fino alle ore 23,30. la biglietteria chiude mezz'ora prima. Per facilitare l'accessibilità al museo è attivo un servizio navetta dal centro di Palestrina.

Cura e coordinamento organizzativo

Marina Cogotti


Hai partecipato? Lascia un commento ()