Spettacoli, Lungotevere dorme



Un occasione per sorridere, riscoprendo gli anni '60

La storia è ambientata nel 1961 in un quartiere popolare di Roma. Sono gli anni della della DOLCE VITA, molti attori importanti giungono nella Città Eterna. Anche nelle periferie, dopo il dramma della seconda guerra mondiale, si respira un'aria di rinnovamento. Si vogliono dimenticare gli anni tremendi e si pensa alla ricostruzione, alle novità, al benessere. L'Italia è in pieno boom economico. Si va al cinema per ridere e per distrarsi, sono di moda i musicarelli, un genere cinematografico italiano che ha come caratteristica la promozione del nuovo album discografico del cantante del momento. Per girare uno di questi film viene scelta, come protagonista, accanto al cantante di fama, la giovane figlia di una modesta famiglia che, come tante famiglie, ancora sta lottando per uscire dalla miseria del dopoguerra. Il variopinto mondo di Cinecittà entrerà nell'umile casa che, con la promessa di soldi per tutti e sicuro successo per la ragazza, sconvolgerà la vita della famiglia. Naturalmente alla famiglia, decisamente numerosa, composta da genitori, figli e zii (si vive ancora tutti sotto lo stesso tetto) si aggiungono i vicini di casa e i personaggi di Cinecittà: attori, registi, produttori, fotografi. Sarà quindi occasione di sorridere, riscoprendo quegli anni lontani e di meditare su come siano cambiati i tempi o forse non sono cambiati...

Lungotevere dorme

di Anna Baldoni

regia Anna Baldoni


Hai partecipato? Lascia un commento ()