Spettacoli, La stagione teatrale 2022 del Teatro Flavio Vespasiano



Al via la campagna abbonamenti dal 4 febbraio

E’ stata presentata oggi, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso la Sala Consiliare, la stagione teatrale 2022 del Teatro Flavio Vespasiano, che avrà inizio il 12 febbraio grazie alla collaborazione tra il Comune di Rieti e ATCL, Circuito multidisciplinare del Lazio sostenuto da MIC – Ministero della Cultura e Regione Lazio.

All’incontro hanno partecipato il Sindaco di Rieti, Antonio Cicchetti, l’Assessore alla cultura del Comune di Rieti, Gianfranco Formichetti, l’Amministratore delegato di ATCL, Luca Fornari, e il Direttore Artistico di ATCL, Alessandro Berdini.

«Una stagione di grande livello in un teatro finalmente liberato dalle pastoie della burocrazia che lo hanno tenuto in ostaggio per alcuni mesi – ha dichiarato il Sindaco di Rieti, Antonio Cicchetti – Non possiamo che essere grati agli organizzatori, interni ed esterni al Comune, per le belle rappresentazioni che verranno offerte alla Città».

«Riprende la stagione teatrale al Teatro Flavio Vespasiano con grandi interpreti della scena teatrale italiana, convinti con l’amministrazione comunale che possa essere stimolo e incentivo per ritrovare e ricostruire la socialità avvicinandosi a quell’atto collettivo che richiede il teatro. ATCL, Associazione Teatrale fra i Comuni del Lazio è il Circuito Multidisciplinare dello spettacolo dal vivo, che svolge da quarant’anni un’attività di sostegno e coordinamento delle attività di spettacolo e culturali a favore e di concerto con i Comuni soci» spiega ATCL.

Lello Arena diretto da Luciano Melchionna è il protagonista della divertente e amara commedia di Carmine Amoroso, conosciuta dal grande pubblico grazie al film “cult” di Mario Monicelli del 1992. In Parenti Serpenti, in scena il 12 febbraio ore 21, Luciano Melchionna costruisce uno spaccato di vita intimo e familiare di grande attualità, con un crescendo di situazioni esilaranti e spietate che riescono a far ridere e allo stesso tempo a far riflettere con profonda emozione e commozione. Tutto ha inizio con un Natale a casa degli anziani genitori che aspettano tutto l’anno quel momento per rivedere i figli ormai lontani.

La produzione dell’Enrico IV di Luigi Pirandello per la regia di Yannis Kokkos (26 febbraio ore 21) coniuga e mette a disposizione dello spettatore lo sguardo di uno dei maggiori autori del ‘900 filtrato dalla cultura e dall’esperienza di uno dei più incisivi e stimati registi viventi. Sebastiano Lo Monaco, dopo il fertile incontro con Yannis Kokkos, nell’Edipo a Colono di Sofocle, nel 2018, al Teatro Greco di Siracusa, ha deciso di portarlo in scena, continuando così la sua ricerca intorno al mondo pirandelliano. Così, il tema della follia, presente in opere come “Il berretto a sonagli” e in “Cosi è, se vi pare”, già interpretate da Lo Monaco, si trasforma in rappresentazione della follia, fino a esibirla.

Paola Quattrini è la protagonista di Oggi è già domani di Willy Russell adattamento di Jaia Fiastri, regia Pietro Garinei, musiche di Armando Trovajoli al Teatro Flavio Vespasiano l’11 marzo ore 21. Una casalinga con un marito distratto e quasi sempre assente, due figli egoisti che si ricordano di avere una madre soltanto quando hanno bisogno di aiuto. Dora è una donna dotata di eccezionali risorse e riesce a vincere la solitudine sfogandosi con un’amica che sa ascoltare: il muro della cucina.

Venerdì 8 aprile ore 21 in scena Carlo Buccirosso con La rottamazione di un italiano perbene in cui tratteggia in maniera impietosa, ma sempre divertente i vizi e le virtù del nostro Paese. Alberto Pisapìa gestisce un ristorante di periferia ormai sull’orlo del fallimento! Sposato con Valeria Vitiello, donna sanguigna dal carattere combattivo, è padre di due figli Viola e Matteo, la prima anarchica e irascibile, l’altro riflessivo e pacato. Alberto vive ormai, da quasi quattro anni, una situazione di grande disagio psichico perché si è ritrovato a dover combattere una personale disperata battaglia contro gli attacchi spietati dell’Equitalia!

Ugo Pagliai e Paola Gassman sono i protagonisti di Romeo e Giulietta. Una canzone d’amore da William Shakespeare riscritto dalla compagnia Babilonia Teatri il 19 maggio ore 21. Lo sguardo profondo e irriverente che caratterizza la compagnia veronese ha inquadrato il grande classico di Shakespeare con un radicale ribaltamento di prospettiva rendendo protagonista assoluta dello spettacolo una coppia inossidabile come quella formata da Pagliai e Gassman. Con comunicazione del 18 maggio 2022 lo spettacolo è posticipato alla prossima stagione causa covid all’interno della compagnia.

La campagna abbonamento partirà il 4 febbraio: gli abbonati della stagione 2019/20 possono ritirare il voucher al botteghino e usarlo subito per la nuova campagna abbonamenti o dal 12 febbraio per l’acquisto dei singoli spettacoli. Coloro che avevano acquistato il biglietto per lo spettacolo di Carlo Buccirosso possono ritirare il voucher al botteghino dal 12 febbraio.

Per gli spettacoli saranno obbligatori Super Green Pass - Documento di identità - mascherina FFP2.

Per consentire l’inizio puntuale degli spettacoli, è consigliabile presentarsi in Teatro almeno 45 minuti prima, per permettere al personale di sala di espletare tutte le procedure stabilite dal protocollo Covid 19.


Hai partecipato? Lascia un commento ()