Mostre, Percorsi. Dalle Estasi sacre ai volti dell’Anima



Mostra artistica bi-personale di Marco Ricchi e Kunga Sonam

Dal 19 novembre al 10 dicembre 2022, il Santuario di Santa Rosa ospita la mostra bi-personale “PERCORSI. Dalle Estasi sacre ai volti dell’Anima” di Marco Ricchi e Kunga Sonam, con oltre 40 opere, a cura di Laura Lucibello.

“”È sempre un dono grande poter condividere la Bellezza che scaturisce dal cuore dell’uomo. L’aver accolto la Biennale di Arte Contemporanea qui al monastero di S. Rosa è stata un’occasione per conoscere e far conoscere gli artisti che hanno esposto le loro opere.

Il titolo “Bagliori” ci apre lo scenario a una dimensione altra: il bagliore, la luce che abbaglia la vista sembra voglia catturare anche il nostro guardare ed ammirare. Le opere sono state collocate nel chiostro del monastero, tra le rose dell’incantevole roseto, immerse in questo spazio ricco di storia, di vita, di presenza.

All’interno del monastero, nell’antico refettorio del 1600, le opere d’arte degli artisti Marco Ricchi e Kunga Sonam sono un’opportunità per elevare lo sguardo e contemplare la bellezza di Dio che si cela dietro ad ogni volto.

Quando si parla di estasi il pensiero vola subito ai grandi Santi – come l’estasi di Santa Teresa – per i quali si trattava di un’esperienza mistica che, partendo dal profondo dello spirito, coinvolgeva anche il corpo.

Gli artisti hanno voluto qui riprodurre volti: “Volto nelle Estasi Sacre”, “i volti dell’Anima”, il volto di fronte al Volto…

Echeggiano le parole di Emmanuel Lévinas: «la manifestazione della trascendenza dell’Altro è il volto. L’uomo nuovo rinascerà dall’incontro con il volto dell’Altro. Il confronto con il volto, costringe l’uomo a ripensare i fondamenti della sua cultura. Bisogna passare, dal principio di identità al principio di alterità, dal primato dell’io al primato dell’altro. I volti che incrociamo ripetutamente, sono tracce, sono storie, sono esteriorità».

E se rimane vero che il sacro è qualcosa di “ineffabile” che non può essere sottoposto ad una comprensione razionale e concettuale, possiamo tuttavia metterci in ascolto con i sensi del cuore e lasciare che il mistero inondi la nostra vita.

Le suore francescane alcantarine

Santuario Santa Rosa Viterbo””

Inaugurazione sabato 19 novembre 2022 alle ore 16.00, alla presenza delle Suore Alcantarine, delle Autorità, giornalisti, curatori, critici, artisti e pubblico pervenuti.

Nella storica e iconica cornice del Santuario di Santa Rosa, la mostra propone un inedito dialogo tra due pittori sul tema della relazione con la religione e la spiritualità attraverso espressioni cromatiche e linguaggi stilistici differenti. Da un lato la intensità dei ritratti di Marco Ricchi, parte del ciclo di quadri dal titolo "Volto nelle Estasi Sacre”, in cui lo stesso pittore dichiara "non ho ancora capito cosa si intenda per Sacro: è un luogo, una fondazione, una forza non specifica? Si può dire che è un qualcosa fuori dall' uomo, che però l'uomo e la donna ne possono fare esperieza". Con le Estasi il corpo umano ne può fare esperienza e il Volto ne è il luogo corporeo più evidente. Però lo spettatore che guarda i quadri fa un errore percettivo: pensa e vede smorfie di insofferenza. Invece c'è solo il piacere fisico e la felicità balena agli occhi dei soggetti dei dipinti e, inaspettatamente, esce un'angelo. Un' angelo necessario.

Dall’altro, Kunga Sonam espone “i volti dell’Anima” dei suoi personaggi: nomadi, monaci, donne e bambini tibetani i cui ritratti prendono vita da un mix di colori vivaci in acquerello che rappresentano gli elementi della cultura tradizionale del tetto del mondo. Sono i volti e l’anima del Tibet e della sua gente. Volti senza voce, protagonisti che attraverso la luce e la purezza dell’energia che sprigionano parlano di amore, compassione, serenità e pace, e dell’armonia tra mondo e sacralità, rappresentando un tempo ormai lontano.

In questo dialogo entrambi gli artisti, nelle loro differenze procedono però seguendo un moto che va dall’interno all’esterno e dall’anima al mondo.

Il progetto, curato da Laura Lucibello, e? inserito nella programmazione della Biennale di Viterbo 2022, sul tema "Arte ai confini della Bioetica”. Come lei stessa afferma, “l’Arte e? da sempre via e strumento per la scoperta della straordinarieta? della vita e della sua sacralita?, spazio reale del sogno, creativita?, vitalita?, ricerca di senso e chiave di lettura nel viaggio di crescita e scoperta del se? sconosciuto”. Un pensiero che si sposa in modo assoluto con questa ultima mostra in scena al Santuario di Santa Rosa e si propone di avvicinare realtà e culture geograficamente lontane, ma con assonanze ed elementi identitari.

Otto i Comuni coinvolti, 11 le sedi: Viterbo, Blera, Celleno Borgo Fantasma, Graffignano, Oriolo Romano, Sipicciano, Tuscania, Vitorchiano; a cui si sono aggiunti i due eventi collaterali di Bruxelles nel mese di giugno e Venezia nel mese di settembre.

La Presidente della Biennale di Viterbo Arte Contemporanea

Laura Lucibello ha il piacere di invitare la S.V.

alla inaugurazione della Mostra

Il MONASTERO di SANTA ROSA a VITERBO ospita

“PERCORSI. Dalle Estasi sacre ai volti dell’Anima”

Mostra artistica bi-personale di Marco Ricchi e Kunga Sonam

Evento Artistico

Biennale di Viterbo Arte Contemporanea

7a esposizione internazionale

da giugno a dicembre 2022

a cura di Laura Lucibello

CONCEPT 2022 "Arte ai confini della Bioetica”

entrata libera

Il MONASTERO di SANTA ROSA a VITERBO ospita

“PERCORSI. Dalle Estasi sacre ai volti dell’Anima”

Mostra artistica bi-personale di Marco Ricchi e Kunga Sonam


Parteciperai all'evento? Lascia un commento ()