Festival, XIX edizione del FLIPT – Festival Laboratorio Interculturale di Pratiche Teatrali



In collaborazione con I.S.T.A. International School of Theatre Anthropology diretta da Eugenio Barba

Ai nastri di partenza la XIX edizione del FLIPT – Festival Laboratorio Interculturale di Pratiche Teatrali organizzato dal Teatro Potlach di Fara Sabina, diretto da Pino Di Buduo. Sedici giorni di laboratori e spettacoli dedicati all’incontro e allo scambio creativo tra culture diverse in collaborazione con l'International School of Theatre Anthropology diretta da Eugenio Barba. Dal 14 al 30 giugno a Fara Sabina si terranno spettacoli e seminari condotti da pedagoghi di livello internazionale. Quest'anno gli artisti presenti arrivano da Giappone, India, Danimarca, Stati Uniti, Brasile, Groenlandia, Cina, Grecia, Olanda, Ucraina, Ungheria, Svizzera e Italia e porteranno al festival il loro contributo condividendo la propria esperienza teatrale.

Il FLIPT nasce diciannove anni fa, dall'incontro tra Eugenio Barba, regista dell’Odin Teatret e fondatore dell’Antropologia Teatrale, e Pino Di Buduo, direttore artistico del Teatro Potlach, con l'obiettivo di dare vita a una manifestazione culturale di qualità secondo una logica interculturale e di crescita del territorio favorendo l’incontro tra i nuovi linguaggi dello spettacolo; oltre a promuovere attraverso l’arte, le eccellenze artistiche e valorizzando l’identità del Comune di Fara Sabina e della provincia.

I primi appuntamenti per l'edizione 2019 sono:

14 giugno ore 19.00 ingresso gratuito

"La corda umana" con gli attori del Teatro Potlach e i 60 artisti che attraverseranno le vie di Fara Sabina, come un fiume umano che parla, canta e danza molte lingue, per presentarsi al borgo che li ospiterà per tre settimane.

14 giugno ore 21.00 – Sede del Teatro Potlach Fara Sabina

"I primi 100 anni di Edith Piaf". Un viaggio musicale nella Francia degli anni 30', 40' e 50' del secolo scorso, accompagnato dalle più belle canzoni di Edith Piaf, interpretate dal vivo dall'attrice Nathalie Mentha, per la regia di Pino Di Buduo. Un racconto di amore, morte e resurrezione portato in scena in tutto il mondo, commuovendo il pubblico per la sua delicatezza.

15 giugno ore 18.00 - Piazza San Giorgio a Rieti

Ingresso gratuito

"Teatrum Mundi". 16 Paesi per San Giorgio"

L’azione teatrale inizierà alle 18, con uno spettacolo itinerante animato dagli artisti provenienti da diverse nazioni del mondo che, sotto la direzione di Pino Di Buduo, raggiungeranno Largo San Giorgio dove dalle 18.30 inizierà l'esibizione.


Parteciperai all'evento? Lascia un commento ()