Altri eventi, ‘Nuovo’: al Lungovelinocafè apre la mostra di Adriano Annino


Il 4 aprile 2008 si apre presso il Lungovelinocafè, con il Patrocinio del Comune di Rieti, la mostra personale di Adriano Annino, ‘Nuovo’.

La mostra fa parte della rassegna d’arte ‘Food for the mind’ del Lungovelinocafè, curata da Barbara Pavan, promossa da Studio7.it in cui dodici artisti provenienti da diverse regioni italiane si alternano con cadenza mensile offrendo un’ampia ed interessante panoramica dell’arte contemporanea.

Le opere esposte in questa mostra offrono a chi ne partecipa, per scelta o per ‘caso’, un’esperienza. Nulla di nuovo, pensando all’enorme repertorio artistico e musicale che, già da lungo tempo, ha cominciato ad estetizzare ogni attimo di vita, ma proprio per questo essenziale per quanto invece avverrà.

Nuovo’ sta ad indicare l’attimo in cui accade l’identità, in cui ciascuno sceglie, consapevolmente o più spesso inconsapevolmente, la propria identità, in cui appunto appare, pur sempre istantaneamente, il nuovo. Ogni istante, pur impercettibile, costituisce un nuovo fotogramma di un cortometraggio. Cosa si intende per identità, chi siamo e da cosa siamo spinti? Disse Franz von Baader che “non esiste e non è mai esistito un uomo che non faccia sacrifici al suo dio o al suo idolo”; l’arte sempre è stata e sempre sarà animata, come l’uomo stesso, da una segreta e inquieta ricerca della propria identità. Essa mostra l’identità. Per questo è connaturale all’esperienza. Per questo ancora oggi essa costituisce un luogo privilegiato per poter raccontare, per poter mostrare delle parole, quelle parole di cui si è sottovalutato e banalizzato il potere.

Tra riflessi di realtà e slanci metafisici le opere dell’artista mostrano come la persona umana sia inserita nel tempo, un tempo che diventa escatologico grazie al corpo e allo spazio in cui essa abita. Anche il ritratto è, perciò un fermo posto a quella figura umana che vive il tempo in una sua unica irripetibile e contingente esperienza. In questo specchio si riflette quanto in un istante, quello del gesto, sia esso del soggetto ritratto o dell’autore, è emerso dalla persona; attimo che trasfigura anche ciò che non è immediatamente percepito; istantanea parentesi in cui i luoghi non sono più facilmente riconoscibili, anch’essi desiderano che si dia nell’uomo quella trasformazione che possa definirli, che possa esaltarne lo splendore, che gli permetta così di godere di tale straordinaria bellezza.

Adriano Annino è nato a Napoli nel 1983. Nel 2002 si diploma presso il Liceo Classico Musicale F. Petrarca di Arezzo e successivamente consegue il diploma presso il Conservatorio G. Puccini di La Spezia. Nel 2006 si laurea nella classe delle discipline delle arti figurative, della musica e dello spettacolo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo dove è attualmente iscritto al corso di laurea specialistica di letteratura e spettacolo. Fin da bambino approfondisce il suo legame con la pittura ed il disegno. La sua ricerca artistica si muove tra diversi linguaggi della musica, della pittura e della poesia come specchi riflettenti dello spirito umano.

La mostra sarà visitabile fino al 30 aprile.

Scheda tecnica

Artista: Adriano Annino

Titolo: ‘Nuovo’

A cura di: Barbara Pavan

Sede espositiva: Lungovelinocafè

Via Salaria 26 Rieti

www.lungovelino.it

Date: 4-30 aprile 2008

Orari: Lunedì-sabato ore 8-21. Domenica chiuso

Coordinamento e ufficio stampa: Studio7.it Associazione Culturale - Rieti

Cell.320.4571689

barbarart@tiscali.it


Hai partecipato? Lascia un commento ()