Altri eventi, "Food for The Mind" Rassegna d'arte 2008 al lungovelino cafè di Rieti


Per il terzo anno consecutivo il Lungovelino Café propone una rassegna espositiva di artisti non solo locali ma provenienti da diverse regioni italiane.

Il progetto del 2008 dal titolo ‘Food for the mind’, è coordinato dall’Associazione Culturale Studio7.it di Rieti, in collaborazione con Libreria Moderna e Convento di Santa Croce e gode del Patrocinio del Comune di Rieti.

Presenterà a partire da gennaio le mostre personali di Elisabetta Visentin, lombarda, Massimo Giovannelli, di Rieti, Maia Palmieri, laziale, Adriano Annino, campano, LuBott, acronimo di Gianfranco Lunardo e Maria Bottari, laziali, Loredana Barillaro, calabrese, Graziella Gola, piemontese, Giuseppe Cipollone, Franco Sinisi, abruzzesi, Ilaria Mugnaini, toscana, Sandra Giovannini di Rieti e infine Stefania Bisacco, piemontese.

L’alternanza di artisti provenienti da tutta Italia ed artisti locali consente di tratteggiare un profilo più ampio dell’arte contemporanea, favorendo uno scambio di idee ed un più articolato arricchimento culturale sia per il pubblico che per gli artisti stessi.

Presentazione ufficiale della rassegna e del calendario si terrà il 1° Dicembre 2007 alle ore 18.00 presso il Lungovelino Cafè, Parco Commerciale La Fornace, Via Salaria 26, a Rieti.

Interverrà la Prof.ssa Lidia Nobili, Assessore alle politiche scolastiche, attività socio-culturali-ricreative e pari opportunità del Comune di Rieti.

Il calendario sarà in distribuzione gratuita da sabato 15 dicembre 2007.

Info e ufficio stampa: Barbara Pavan e-mail barbarart@tiscali.it cell.320.4571689

GLI ARTISTI

Gennaio 2008 ELISABETTA VISENTIN

Elisabetta Visentin nasce in Emilia Romagna e viene quasi subito adottata dalla Lombardia dove risiede ancora. Frequenta e si diploma maestra d’arte all’I.S.A. della Villa Reale di Monza. La passione per il disegno e la pittura accompagna la sua vita ma solo virtualmente in tutti questi anni e riesce a concretizzarlo solo pochissimi anni fa. Autodidatta si cimenta in soggetti etnici dai colori caldi e intendi fino poi ad ad un ritorno alla grafica e alla semplicità delle linee.

Una delle tecniche più apprezzate è la biro monocroma, ottima sfida con la precisione, la pazienza e l’attenzione, perché non ci si può permettere di sbagliare. La sperimentazione la diverte e quindi si può notare in diversi momenti una ricerca continua e cambiamenti ricercati che caratterizzano i suoi lavori. “La novità tiene più viva l’attenzione e la sfida con la tela vuota che hai di fronte è sempre avventurarsi in un viaggio mai fatto prima”.

MOSTRE:

2004 Mostra collettiva a Concorezzo, Mi

2005 Mostra collettiva a Concorezzo, Mi

2005 Esposizioni in vari spazi a Monza, Mi

2006 ‘IMMAGINA’ Fiera d’arte moderna e contemporanea a Reggio Emilia

(In catalogo con un lavoro a biro monocroma)

2006 Esposizioni in vari spazi a Monza, Mi

2007 ‘PROFONDO ROSA’ mostra al femminile, Montecatini Terme e a Roè Volciano –BS-

2007 ‘CONTEMPORANEA’ fiera d’arte moderna e contemporanea di Forlì

2007/8 ‘AREA 0’ mostra collettiva itinerante, Ferrara, Ascoli Piceno, Rieti

Febbraio 2008 MASSIMO GIOVANNELLI

Massimo Giovannelli, nato a Roma nel 1946, coltiva la passione per la fotografia da trent’anni. La sua ricerca artistica passa attraverso diverse fasi, dalla fotografia testimone della realtà circostante, alla fotografia poetica del paesaggio fino ad arrivare negli ultimi lavori ad una fotografia filosofico-psicologica dell’uomo e del suo ambiente. Ritrarre l’istante con occhio fotografico, dando al più effimero dei fenomeni, il tempo, la profondità dell’eternità. Ricerca che va anche oltre nella serie di mostre allestite nel corso dell’ultimo anno, in cui gli scatti attraversano un trentennio, ponendo così lo spettatore dinanzi al proprio tempo storicizzato in un crescendo di tensione tra il ‘com’era/com’è’, avvolti e trascinati dall’accelerazione che ha investito noi, il nostro mondo e il nostro tempo. Ha esposto in numerose città italiane, tra cui Aosta, Biella, S.Anatolia di Narco – Perugia, Nola, Viterbo.

Marzo 2008 MAIA PALMIERI

Maia Palmieri nasce a Subiaco, Roma, nel 1981. Cresce attratta dai colori e dalle emozioni che la manipolazione riesce a dare, attrazione che la spinge a frequentare l’Istituto d’Arte di Rieti, diplomandosi in arte della ceramica. Terminati gli studi decide di aprire un piccolo laboratorio nel centro storico di Rieti dove inizia a mettere in opera la sua creatività, sperimentando sempre più nuove tecniche ceramiche, nuovi colori ed innamorandosi successivamente della tecnica Raku, cottura con forno a gas. La pittura e la scultura sono le sue attrazioni più forti dove i pensieri e le sensazioni prendono vita, forma e colore.

Aprile 2008 ADRIANO ANNINO

Adriano Annino nasce a Napoli l’11 luglio del 1983. Nel 2002 si diploma presso il Liceo Classico Musicale F.Petrarca di Arezzo, nel 2003 consegue il diploma in tromba presso il Conservatorio G.Puccini di La Spezia e nel 2006 si laurea nella classe delle discipline delle arti figurative, della musica e dello spettacolo presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo dove è attualmente iscritto al corso di laurea specialistica di letteratura e spettacolo. Fin da bambino approfondisce da autodidatta il suo legame con la pittura ed il disegno vincendo anche alcuni riconoscimenti. La sua ricerca artistica si muove tra diversi linguaggi della musica, della pittura e della poesia come specchi riflettenti dello spirito umano.

Maggio 2008 LUBOTT

LuBott – L’acronimo LuBott deriva dalle iniziali dei cognomi di Gianfranco Lunardo e Maria Bottari. I due artisti lavorano sotto questa sigla da alcuni anni. Precedentemente Maria Bottari, senza comparire, aveva collaborato e sostenuto il lavoro del compagno quando questi si occupava di fotografia etnografica collaborando periodicamente con l’Università della Calabria – centro interdipartimentale di documentazione Demo-Antropologica. Durante questo periodo le loro ricerche a tavolino e sul campo interessarono mestieri in via di estinzione (mastri bottai, costruttori di basti, pastori dentro il raccordo anulare di Roma, carbonai,ecc.), tradizioni popolari (vita monastica femminile e maschile, i serpari di Cocullo, il Mandala di sabbie costruito dai monaci tibetani, strumenti giocattolo e da suono a Terranova da Sibari, ecc.) e la vita quotidiana con lavori riguardanti la gente comune, lettori di quotidiani e riviste, bikers, ecc.). Quasi tutti i lavori sono stati esposti in mostre personali e collettive, come nel 2003 nell’ambito del Festival Internazionale di Fotografia di Roma. Da tre anni, accantonata la fotografia di pura documentazione, come LuBott, si sono dedicati a ricerche personali, travalicando i confini della fotografia stessa senza mai abbandonarla, anzi usandola in maniera creativa, con interventi ed esplorando materiali diversi ed alternativi. Ultimamente hanno iniziato a produrre assemblages.

Giugno 2008 LOREDANA BARILLARO

Loredana Barillaro nasce a Cosenza nel 1978, vive e lavora ad Acri (Cs). Inizia a dipingere da autodidatta. Al centro dei suoi lavori vi sono temi di impellenza sociale e il suo operare si pone dunque, come strumento di comunicazione e bisogno personale per gridare malesseri individuali e sociali. Il lavoro degli ultimi anni è incentrato in particolar modo sui meccanismi che governano il mondo, la società, e sulle difficoltà dell’uomo nel districarsi in questi meccanismi. Il dolore, la sopraffazione, l’odio. Dunque un messaggio di ribellione, un urlo di giustizia, un mezzo per denunciare un martirio che non ha mai avuto fine, quello dell’uomo contemporaneo, e che si fa metafora dei meccanismi perversi – moderne tecniche di tortura – tipiche della società odierna. Una riflessione globale sul vivere dell’umanità mediante l’impiego di materiali derivanti dall’uso quotidiano come traccia del vivere. Una ricerca essenziale nella dicotomia fra interno ed esterno in un continuo interscambio fra la sfera interiore dell’animo e quella che si specchia nel mondo.

Sulla superficie dei dipinti compaiono inserti di vario tipo a togliere alla tela il suo carattere bidimensionale. Una sperimentazione velocissima e continua che conduce a lavori talvolta formalmente diversi gli uni dagli altri, ma che hanno un solo filo conduttore, la riflessione sull’uomo contemporaneo. Una sorta di viaggio che non cerca necessariamente un approdo.

Gli ultimi lavori sono incentrati in particolare sull’uso della stoffa che, da elemento leggerissimo (l’anima) può divenire sostanza materica (il corpo), perennemente compresa e compressa, dunque, fra l’anelito alla libertà e la costrizione di una società opprimente.

Luglio 2008 GRAZIELLA GOLA

Graziella Gola nata a Torino nel 1953, da molti anni vive in provincia di Novara, attualmente a Invorio . Il suo percorso artistico inizia nel 1994, con due mostre: presso la biblioteca di Castelletto Ticino e la Villa Marazza di Borgomanero . Le opere esposte sono realizzate con una particolare tecnica di stampa e colori acrilici.

Dal 1996 inizia a frequentare la scuola d’arte “Piccola Bottega dell’Arte” a Dormelletto, diretta dal pittore Antonio De Venezia , dedicandosi prevalentemente alla pittura ad olio.

La tecnica usata è l’olio, sia a pennello che a spatola, ma anche l’acrilico e l’acquerello. Sperimenta inoltre tecniche miste con materiali diversi.

Ha partecipato ad alcuni concorsi, vincendo nel 2003 il 2° premio al concorso di pittura “Città di Verbania”. Nel 2004 la sua opera ha ricevuto la segnalazione al concorso “Immagini della mia terra 2004” indetto dal Comune di Pombia. Nel 2005 ha ricevuto il 4° premio nello stesso concorso.

Nel 2004, in occasione di un concorso indetto dalla Mont Blanc per un disegno inerente la mostra “Il Mondo di Mad”, tenutasi alla Triennale di Milano, il suo disegno è stato selezionato per la pubblicazione.

Mostre

2006: agosto :Arona - collettive organizzate dall’associazione “Arte ad Arona“.

2007: da marzo a luglio personale presso il ristorante “Circolo degli artisti” di Revislate

agosto: personale presso il Comune di Invorio

collettiva a Dagnente con dall’associazione “Arte ad Arona“.

settembre: collettiva a Oleggio Castello con dall’associazione “Arte ad Arona“.

Hanno scritto di lei: ELIANA FRONTINI, giornalista, su LA STAMPA – CORRIERE DI NOVARA – IL NOVARESE, SUSANNA BORLANDELLI – docente di storia dell’arte

Agosto 2008 GIUSEPPE CIPOLLONE

Giuseppe Cipollone è nato a Cese di Avezzano nel 1956. Ha studiato all'Istituto Statale d'Arte di Avezzano e all'Accademia di Belle Arti di Roma diplomandosi nel 1980. Ha insegnato negli Istituti Statali d'Arte di Chietì e di Vasto, attualmente insegna "Arte dei Metalli e dell'Oreficeria" presso l'Istituto Statale d'Arte di Avezzano.

Settembre 2008 FRANCO SINISI

Franco Sinisi nasce a Ripacandida (Potenza). Nel 1979 si diploma al Liceo Artistico di Melfi e successivamente si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Napoli, dove sperimenta materiali e tecniche nuove, gli insegnanti lo hanno incoraggiato nella sua ricerca verso di una pittura meno conformista lontana da ogni riferimento naturalistico, più aperta alla fantasia, all'invenzione di nuove forme. Segue il Corso di Fotografia con Mimmo Jodice e nel 1980 riceve il premio ILFORD esponendo le sue foto nell’ambito della manifestazione tenutasi a Napoli “Fotocine 80”. Nel 1982 riceve il diploma dell’Accademia di Belle Arti di Napoli in Decorazione ed un prestigioso riconoscimento dal Comune di Ripacandida (Pz) per un’opera esposta alla manifestazione sul VIII Centenario della nascita di S. Francesco.

Nel 1983 inizia la sua esperienza di insegnante di Discipline Pittoriche all’Istituto d’Arte di Cortina d’Ampezzo. In questi anni partecipa a molte iniziative artistiche che lo vedono protagonista con esposizioni collettive a Treviso , Vicenza e Mestre. Nel 1985 Primo classificato al Concorso Internazionale di Scultura in Neve a Rovaniemi in Finlandia.

Ha partecipato nel 1987 "Giovani Artisti del Triveneto", Cattedrale ex Macello, Padova; nel 1991 alla Mostra collettiva d'Arte Contemporanea, Galleria Donatello, Padova; nel

1995 alla Mostra collettiva d'Arte Contemporanea Galleria San Luca Verona. Nel 2004 “Aspetti del Novecento Italiano” Roma Museo della Fanteria e nel 2005 Crea il logo per la Fondazione MIRROR della Micron Technology. Nel 2007 partecipa a "Mastri e Maestri" Castello Piccolomini Celano AQ ed a “Percorsi d’Arte” a Cerchio AQ.

Dal 2000 insegna Discipline Pittoriche all’Istituto Statale d’Arte di Avezzano.

Mostre in preparazione: Roma, gennaio 2008 “Novecento Italiano”, Sant’Ivo alla Sapienza; Marzo 2008 “ Arteesalute” Biblioteca Nazionale, Celano; Marzo 2008 Castello Piccolomini, Avezzano; Aprile 2008 Granai di Villa

Ottobre 2008 ILARIA MUGNAINI

Ilaria Mugnaini è nata a Montelupo Fiorentino nel 1968; si è diplomata all’Istituto Statale d’Arte di Firenze nell’anno 1986/87. Negli anni 1994-95, 1996-97, ha frequentato ed ha conseguito il diploma al "Corso Libero del Nudo" presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze.

Lavora come designer nella moda collaborando con importanti gruppi come Hugo Boss, Max Mara, United Colors of Benetton e Rebecca gioielli.

Da anni svolge l’attività di pittrice partecipando a varie manifestazioni del settore, attirando l’attenzione con commenti, critiche e recensioni, di molte riviste operanti nel settore quali Eco d’Arte Moderna, Praxis, Arte.

Mostre personali recenti

1994 Associazione "Il Sagittario" - Cecina (Li)

1997 Galleria "Gino Severini" - Cortona (Ar)

1997 Stand a "Arteroma 1997" presso la Fiera di Roma - Roma

1999 Caffé Storico Letterario "Le Giubbe Rosse", Piazza della Repubblica - Firenze

2002 "Occhi", mostra personale presso l'art café "Caffé Roma" - Empoli (Fi)

2003 Gallerie "Le Patio" - Cannes Francia

2004 Galleria Il Candelaio- Firenze

2005 Galleria "Pontevecchio" - Firenze

2006 Centro Culturale Fornace Pasquinucci - Capraia Fiorentina

2006 Centro per l’Arte Otello Cirri - Pontedera

2007 "Eternity Instant", mostra personale presso il Circolo Culturale Orto degli Angeli - Biella

2007 mostra personale galleria Contemporastudio - Firenze

2007 “Mostra personale Sashall Firenze 27 aprile - 1 maggio 2007

2007 “etrnity instant” mostra personale Giubbe Rosse Firenze 19 Maggio-9 Giugno 2007

2007 “Buenos Aires (muy) intimo”_ mostra personale _ Point de Bascul – Marseille-France

2007 “eternity Instant”_mostra personale_Bolgheri centro Civico _28-29 Giugno 2007

Mostre collettive recenti

1994 Palazzo Ghibellino - Empoli (Fi)

1997 "Seconda Biennale Città di Venezia San Marco" - Venezia

1997 "Rassegna d’Arte poesia e colori" presso i locali APT - Montecatini Terme (Pt)

2000 Gallerie "Le Patio" - Cannes Francia

2000 "Biennale Internazionale Ermitage du Riou 2000" - Cannes Francia

2002 "Premio Internazionale d’Arte" patrocinato dal Presidente della Repubblica - Ascoli Piceno

2002 “Il tempo” festival delle Arti presso “La Cadrega” via principessa Clotilde -Torino-settembre

2003 Arte Expo - Bari

2003 Premio Italia 2003 - fornace Pasquinucci Capraia Fiorentina

2003 Arte Fiera - Vicenza

2004 Arte Padova - Padova

2006 "...Who's it? ...What's it?" presso la Galleria d’Arte Petrarte - Pietrasanta (Lu)

2006 "Marguttiana" - Pietrasanta (Lu)

2007 “Corpo Segno e Superficie” Rassegna di Arti visive -Seconda Edizione -Ferrara Castello Estense-Sala Imbarcadero 1-9 aprile 2007

2007 “Moltitudine X, dal deserto alla città”, sabato 28 aprile 2007_locali duecenteschi del Convento di Santa Croce a S. Anatolia di Narco

2007 “MALASPINARTE’07” artisti al Castello_Castello di Malaspina _Massa

Premi

Gennaio 1997 Prima classificata sessione del figurativo umano alla "Seconda Biennale Città di Venezia San Marco" - Venezia

1997 Primo premio speciale Giuria Pittura "Rassegna d'Arte poesia e colori" - Montecatini Terme

2000 Primo premio "Biennale Internazionale Ermitage du Riou 2000" - Cannes Francia

2002 Medaglia d’argento del Presidente della Repubblica - Ascoli Piceno

Novembre 2008 SANDRA GIOVANNINI

Sandra Giovannini è nata a Greccio, Rieti, nel 1954. Docente di disegno e storia dell’arte, dal 1970 ha esposto in numerose mostre personali e collettive nelle principali città italiane. La sua pittura nel tempo si è evoluta dal figurativo all’informale materico. Attualmente si dedica in modo profondo alla ricerca sul colore, pur non sentendosi di appartenere ad alcuna corrente artistica passata o presente. Espone a Roma con il gruppo dei pittori di Via Margutta. Sue personali sono state allestite presso la Galleria Comunale di Rieti, a L’Aquila, Spoleto, Pisa, Perugia, Biella, Livorno. Nel 2007 ha esposto a Seoul e Miami.

Dicembre 2008 STEFANIA BISACCO

Stefania Bisacco è nata a Torino nel 1974. Artista poliedrica e curiosa, sperimenta teniche e tematiche diverse pur affondando sempre nel proprio profondo ‘io’ interiore. Dal 2004 è iscritta al GAI sezione di Torino.

2007 Mostra collettiva in occasione dell'evento Melting Box, presso il Lingotto Fiere, Torino. 2007 Mostra collettiva "Risonanze cromatiche", presso ‘Frieda's’ Torino.

2007‘BruXaria’ Personale presso il CUS Torino, nell’ambito della rassegna d’arte contemporanea “Delucidazioni scomposte” …dal caos in fine…

2007 Collettiva presso il locale SoundTown, Torino.

2007 ’Regine di Quadri’ Rassegna d’Arte al femminile organizzata dall’Arci Torino, presso gli antichi chiostri, Torino.

2007Collettiva in occasione del concorso ‘IoEspongo’, presso il locale Pastis organizzato dall’Associazione Azimut.

2006 Collettiva per la II edizione di “Delucidazioni scomposte” …dal caos in fine…, rassegna d’arte contemporanea promossa dall’Associazione Aut Art, presso il Cus Torino, nell’ambito del progetto «DinamicArt… volto a promuovere l’arte agli studenti universitari, in vista dell’Universiade Invernale Torino 2007.

2006 Personale "IlfiumeE'ilMAre" presso il Circolo Pueblo, Torino.

2005/2006 Personale presso la libreria Scenario, libri e Teatro, Torino.

2005 partecipazione a ciclo di esposizioni d'arte contemporanea all'interno del Teatro Gioiello del circuito Torino spettacoli in occasione dell'apertura della nuova stagione spettacoli.

2005 Mostra Personale "metaforicaMente", presso il CUS Torino di Via Braccini 1, Torino. Organizzata dall’associazione di promozione artistico-culturale «Aut Art…

2004/2005 Collaborazione con la Galleria d’Arte Alberto Vattiata, Torino, per una serie di esposizioni in diversi locali cittadini;

2004 Ferrara Chiostro di S.Paolo - Mostra collettiva 'Pop Art 2004’ - omaggio a Rauschemberg', organizzata dalla Galleria d'Arte Sekanina e dalla associazione Ferrara Pro Art .


Hai partecipato? Lascia un commento ()


Banner La Taverna dei Corsari