Mostre, Dante e i volti del Purgatorio



Sculture in travertino realizzate da Felice Rufini

Dopo l’ omaggio del comune di Selci in Sabina a 700 anni dalla morte con la personale di sculture in legno, pietra e metallo di Felice Rufini con il titolo “Dante nel borgo” , il sommo poeta affascina anche Cottanello.

Il Comune con l’assessorato alla cultura ha deciso di organizzare l’esposizione “Dante e i volti del Purgatorio”, sculture in travertino realizzate da Felice Rufini. Direzione artistica di Luciano Fabrizi.

I volti saranno quelli di Pia Dei Tolomei, Virgilio, Beatrice, il cantore Casella, il Trovatore e altri di peccatori in attesa di purificazione dei loro peccati.

La suggestiva produzione scultorea di Felice Rufini si staglia nel panorama artistico contemporaneo con coraggio e libertà espressiva. Le sue opere, dopo la Biennale di Milano, Venezia, Roma, Palermo, Spoleto, sono esposte in molte città italiane e in collezioni private.

L’inaugurazione della mostra con il contributo dell’Ufficio Turistico del Comune di Cottanello è prevista sabato 14 agosto alle ore 17,00 nel centro storico in piazza Vittorio Emanuele alla presenza delle autorità locali ed ospiti di altri Comuni limitrofi che potranno essere intervistati da Emanuela Petroni su Ciadd News Radio e Tv e Paesi Uniti della Sabina e che verranno trasmessi su Canale Italia 11.

L’esposizione di Cottanello “Dante e i volti del Purgatorio” è aperta fino a metà settembre.


Hai partecipato? Lascia un commento ()