Escursioni, Alla scoperta della via Amerina



Visita guidata subito fuori dal Parco

Domenica 11 marzo, come prima visita guidata dell’anno, percorreremo il tratto dell’antica via Amerina ancora oggi conservato; questa importante arteria stradale fu realizzata dai Romani per penetrare attraverso l’Etruria meridionale fino ad Ameria, l’odierna Amelia in Umbria. Strumento di conquista e controllo del territorio, fu però presto sostituita dalle più funzionali via Cassia e via Flaminia. Ripercorreremo, partendo dal territorio dell’odierno comune di Mazzano Romano, il tratto della strada che attraversava l’Agro Falisco, in un’affascinante impresa che ci consentirà di ricalcare lunghi tratti nei quali si conserva l’antica pavimentazione basolata, ammirare le numerose tombe a camera scavate nel tufo ai lati della strada, attraversare ponti romani e visitare abitati e torri medievali che ne fiancheggiano il percorso, attraverso il territorio di Nepi sino a giungere a Falerii Novi, la nuova città dove i Romani deportarono i sopravvissuti di Falerii conquistata nel 241 a.C., e che sorge proprio sul tracciato della via Amerina. Qui potremo ammirare l’incredibile cinta muraria conservata quasi intatta ancora oggi con le sue grandiose porte ed i resti del foro e del teatro, nonché l’abbazia cistercense di Santa Maria di Falleri, edificata all’interno delle mura nel XII secolo d.C.

Si raccomanda di portare scarpe da trekking o con carrarmato, k-way, borraccia, abbigliamento comodo, cappello, pranzo al sacco.

Il programma completo ed i riferimenti per contattare le associazioni che svolgono le visite sono sulla pagina Internet delle visite guidate del Parco:

info


Hai partecipato? Lascia un commento ()


Banner La Taverna dei Corsari